Annata 2010 ∗∗∗∗

In ragione di un inverno asciutto e freddo e di un’analoga primavera, l’inizio della vegetazione sulle colline di Terlano ha ritardato sensibilmente in confronto agli ultimi anni. Ad un aprile relativamente mite è seguito un maggio moderatamente più caldo e piovoso. Il mese di giugno ha costituito una pagina positiva, mentre luglio si è presentato come estremamente asciutto e con un caldo record. A queste particolari condizioni climatiche è attribuibile il fatto che l’uva delle diverse qualità si è formata con acini piccoli. Inoltre in luglio si è rilevata una buona maturazione del legno ad indicare un’annata promettente.
Le condizioni climatiche durante il periodo di maturazione non sono state delle migliori; in rapporto ad un raccolto piuttosto scarso, la maturazione tuttavia è proceduta rapidamente e sono state raccolte uve molto sane e perfettamente mature. Complessivamente la raccolta 2010 è stata una delle più scarse degli ultimi 20 anni, ma la qualità dei vini si può vedere e apprezzare.

Vini bianchi

Grazie alla loro acidità leggermente più elevata, i vini bianchi affascinano per la loro particolare freschezza e varietà di aromi. Sono forti, pastosi e molto succosi e colpiscono per la loro particolare bevibilità.

Vini rossi

I vini rossi promettono una buona annata: si presentano con un colore intenso, una matura e armonica trama tanninica e una struttura vellutata.

Temperatura

12,5°C

Pioggia

678,8 mm

Data di vendemmia

06 settembre 2010

Ore di sole

2.056 h