Annata 2006 ∗∗∗

La vendemmia 2006 ha presentato non poche sfide ai viticoltori di Terlano. Il tutto è cominciato con un inverno eccezionalmente freddo e lungo, che si è protratto sino a marzo inoltrato e che ha di conseguenza fatto germogliare le viti con molto ritardo. Il repentino cambiamento poi, con temperature primaverili di gran lunga superiori alla media stagionale, ha permesso alla vegetazione di svilupparsi bene. A giugno, nel momento della citocinesi, il clima caldo e poco piovoso ha comportato frutti di scarso peso e, di conseguenza, una resa complessiva del raccolto di piccola/media entità. Dopo un luglio caldissimo e secco ed un agosto piovoso e più fresco, a settembre si sono finalmente presentate condizioni climatiche ideali. Giornate serene e calde hanno permesso una rapida maturazione dell’uva ed una vendemmia senza intoppi. Nel complesso la resa in termini di ettari è stata scarsa ma la qualità dell’uva si è rivelata di eccezionale pregio.

Nel complesso l’annata 2006 ci ha donato, nonostante gli scherzi del clima, risultati notevoli: vini equilibrati, i cui ottimi valori di acidità bilanciano alla perfezione la gradazione alcolica un po’ più elevata. 2006: ci auguriamo che ogni annata dia gli stessi risultati. 

Vini bianchi

Pertanto i bianchi dell’annata 2006 si presentano ricchi, pieni, con componenti aromatiche varie e complesse ed una struttura vivace.

Vini rossi

Tra i rossi va dato risalto particolare al Lagrein, specie autoctona, che seduce con il suo colore intenso e le componenti tanniche morbide ma ricche di forza.

Temperatura

13,1°C

Pioggia

568,5 mm

Data di vendemmia

06 settembre 2006

Ore di sole

2.281 h