Annata 2001 ∗∗∗

A Terlano, il 2001 fu un anno estremamente caldo e piovoso. Ad aprire il sipario fu uno degli inverni più miti degli ultimi decenni, con poca neve, ma molte giornate di pioggia. Anche febbraio fu un mese molto caldo, anticipando di molto la primavera, che non si fece scoraggiare nemmeno da un breve intermezzo invernale sopraggiunto negli ultimi giorni del mese. Marzo riportò l’andamento meteorologico a valori costanti e miti, ma con piogge frequenti, che si protrassero nel mese di aprile - mese assai meno costante - accompagnate da un leggero calo delle temperature. Maggio, invece, si presentò con un tempo quasi estivo, con escursioni termiche molto ridotte. Dopo un abbassamento delle temperature per alcuni giorni, tornò improvvisamente il caldo, che durò fino alla fine di giugno. Anche in luglio i vigneti furono baciati generosamente dal sole, benché intorno alla metà del mese fossero giunte alcune giornate di pioggia, con effetti positivi sulla crescita delle viti. Un agosto caldo e secco creò le condizioni meteorologiche ideali per il periodo precedente la vendemmia, tanto che le uve, pur in presenza di alcune precipitazioni in settembre, non persero nulla della loro qualità e del loro ottimo grado di maturazione. Grazie al caldo asciutto dei primi giorni di ottobre, anche la vendemmia delle uve rosse fu favorita dall’andamento meteorologico.

Vini bianchi

Vini rossi